Ambiente

Un Atlante dei suoli, strumento per migliorare la gestione della terra in Africa

maggio 2013
atlas africa

Aiutare non solo agricoltori, ma anche politici del continente nero a comprendere la centralità di un uso sostenibile del suolo è ciò che si sono prefissati gli ideatori di Soil Atlas of Africa. Come si evince dal nome, si tratta di un Atlante, ampio ed esaustivo, che illustra e localizza le risorse naturali dei vari paesi africani. Questa pubblicazione, realizzata da un gruppo di esperti sostenuti dalla Fao, dalla Commissione Europea e dall’Unione Africana, è stata diffusa e ufficializzata in aprile ad Addis Abeba. Il documento è rilevante per una serie di considerazioni: in primis, vuole sensibilizzare non solo i politici africani sull’importanza di una gestione più intelligente della terra; inoltre permette di conoscere meglio le caratteristiche del suolo in tutte le regioni del continente; infine, è un invito ad amministrare il terreno in maniera sostenibile, non sfruttandolo in modo intensivo.
Questa mappatura aggiornata – da tempo non si realizzava un simile progetto per l’Africa – può trasformarsi in uno strumento davvero utile per individuare quali suoli sono utilizzabili per attività agricole e quali meno adatti. In questo modo si possono pianificare investimenti più sicuri volti alla coltivazione di determinate colture.
Un programma agricolo in Libia è logicamente diverso da quello progettabile in Tanzania lungo la Rift Valley. Ma da nord a sud, la popolazione rurale africana vive in funzione della terra: da essa trae il sostentamento per la famiglia, il cibo per gli animali, i prodotti che può vendere. Per esempio, l’Atlante mette in luce come il caffè, il te, lo zucchero di canna, il cacao, l’olio di palma, olive, banane e arance abbiano un alto valore economico, e sottolinea al contempo come le mono-colture impoveriscano la terra, favorendo processi di erosione e perdita di fertilità del suolo.

Il documento ha il pregio e al contempo il limite di essere molto ampio e dettagliato, per cui i contadini africani possono trarre beneficio dalle informazioni in esso presenti solo se vengono attuati programmi divulgativi dagli amministratori locali e da chi gestisce le risorse. Proprio per rendere la mappatura più semplice e per indirizzarla a un vasto pubblico, gli esperti dell’Africa Soil Information Service stanno cercando di sviluppare una versione web e interattiva dell’Atlante, in modo da spiegare chiaramente le proprietà dei differenti suoli e la migliore conduzione della terra.

atlas - tanzania


La gestione più saggia e sostenibile del suolo è un elemento fondamentale per lo sviluppo dell’Africa. È in questo continente che vive un terzo delle persone più indigenti del pianeta. Per contrastare la povertà, quindi la denutrizione, bisogna partire dalla risorsa base che è la Madre Terra: per questo temi quali sviluppo rurale e deforestazione presenti nella mappatura risultano prioritari.
C’è però da ipotizzare un’altra considerazione: questo Atlante che cataloga scrupolosamente il suolo dell’Africa potrebbe essere utilizzato anche da coloro che non puntano sullo sviluppo del continente nero, bensì sul profitto derivante dalla più redditizia gestione della terra. Questi soggetti possono essere multinazionali, aziende attive nell’agri-business, uomini d’affari che considerano i terreni africani come “merci” da sfruttare il più possibile.

Questa posizione l’aveva in fondo in qualche modo annunciata Paul Conway, vice presidente della società statunitense Cargill, che rappresenta il primo distributore in cerali su scala mondiale. Conway ha infatti dichiarato che un uso migliore della terra in Africa risolverebbe la crisi alimentare mondiale. Bisogna capire cosa intendeva per “uso migliore”. Non resta che sperare in un uso davvero saggio di questo importante Atlante dei suoli, affinché la terra africana sia realmente gestita in maniera sostenibile, a favore delle popolazioni locali.



Silvia C. Turrin
28-05-2013

Il documento Soil Atlas of Africa si può scaricare qui: part one, part two, part three

SMA, via Borghero 4 - 16148 Genova - info(at)missioni-africane.it - Web Design & CMS RossiWebDesign/Siti Web Genova