FESTA...ma non da soli

img 6810150 anni di sacerdozio

Sulla terrazza naturale, all’ombra della casa SMA, si allineavano 23 concelebranti. I tre al centro sommavano 150 anni di sacerdozio: 50 anni P. Nino Aimetta che presiedeva, 40 anni P. Vito Girotto e 60 anni Mons Giuseppe Cavalli, che concelebravano accanto a lui. Ogni anno un sabato di fine giugno ci si ritrova per la festa SMA della casa di Genova. La data è sempre intorno al 25 giugno, giorno anniversario della morte di Mons. Brésillac, Fondatore della SMA, avvenuta a Freetown in Sierra Leone nel 1859. La morte di Brésillac e dei suoi compagni, come il grano del Vangelo, ha portato frutto e la festa di Genova è sempre un occasione di incontro tra i missionari e chi partecipa alla loro vocazione e sostiene il loro lavoro. In effetti, oltre ai padri residenti in Italia, si notavano dalla Costa d’Avorio: Renzo Rapetti, Eugenio Basso, Giampiero Rulfi; dal Togo Silvano Galli e Luigi Alberti; dal Niger:Vito Girotto; dal Marocco: Matteo Revelli. Era presente anche il simpatico P. Albert prete togolese parroco nella diocesi di Novara. Mons Luciano Divona rappresentava i sacerdoti diocesani della zona. P. Lionello Melchiori, Superiore Provinciale, ha letto il documento del Superiore Generale che conferiva il titolo di membro onorario a due amici e benefattori insigni: Mons Giuseppe Cavalli di Genova e la sig.na Silvana Bortoliero di Novara. (vedi i due riquadri) I canti della Messa sono stati animati da un coro formato da giovani del Camerun, tutti con il foulard di Santa Virginia Centurione Bracelli.

Spirito di Famiglia

La Festa SMA di Genova si prolunga sempre con la condivisione del cibo nello spazio antistante la casa con la vista che ritrova angoli di mare tra i palazzi e gli alberi all’orizzonte. E’ un bel momento di famiglia in cui quando la serata si fa più fresca si apprezza il poter scambiare qualche parola con tante persone che fanno parte della grande famiglia SMA. C’erano le suore di Nostra Signora degli Apostoli: sr Maria Grazia, sr Sabina e sr Gaetana residenti nella casa SMA di Genova, ma anche sr Attilia, Superiora Provinciale giunta da Milano con altre consorelle. Si notavano anche le suore Immacolatine di Quinto, con cui la collaborazione dura da alcuni decenni. Molte anche le famiglie dei padri giunte dalla Liguria o dalla Lombardia, oltre a una rappresentanza della grande famiglia Aimetta di Genola (CN), che accompagnava P. Nino per il 50mo di sacerdozio. La giornata è stata animata soprattutto dai volontari e dagli amici SMA che si sono occupati dell’organizzazione pratica, della preparazione e distribuzione del cibo e dell’accoglienza delle persone. Tra essi, un gruppo di signore dalla forte creatività e intraprendenza, ha proposto alcuni dei loro lavori di cucito durante una simpatica lotteria. Hanno presentato anche le ultime creazioni di bomboniere solidali che propongono per le ricorrenze di matrimoni o prime comunioni. Un gruppetto di volontari giunto da Padova rappresentava anche il gruppo legato alla casa di Feriole. Girando tra le nonne e i nipoti, gli amici dei missionari, i volontari con qualche esperienza d’Africa, gli amici fedelissimi di ogni anno, si respirava quello spirito di famiglia, quella semplicità e calore nei rapporti umani che l’Africa ci ha insegnato e ci ha fatto apprezzare.

SMA, via Borghero 4 - 16148 Genova - info(at)missioni-africane.it - Web Design & CMS RossiWebDesign/Siti Web Genova