Un Bimbo ci è nato, un Figlio ci è stato dato

Carissimi

Il Natale e la fine dell'anno 2012 sono ormai alle porte.
Dando uno sguardo a questi mesi mi accorgo che il tempo è volato via senza aver realizzato tutto quello che volevamo fare per il Foyer messo a soqquadro nel 2011.
A metà settembre abbiamo avuto la gioia di accogliere dodici nuovi Teologi, che si aggiungono agii anziani per formare la nostra `squadra azzurra", composta di 20 elementi, oriundi della Costa d'Avorio, Burkina Faso, Ghana, Togo, Benin, Nigeria, Congo, Centrafrica e ...dall'India.
Dopo gli Esercizi spirituali, i i giovani hanno iniziato l'anno accademico al CFMA (Centro di
Formazione Missionaria Abidjan),che ha raggiunto l'effettivo di 128 studenti e le strutture cominciano a rivelarsi insufficienti.

La situazione politica economica del Paese

stenta a stabilizzarsi: alcuni mesi fa alla frontiera con il Ghana, ci sono stati scontri armati. Sembra si sia trattato di un colpo di stato preparato da Ivoriani, rifugiatisi in Ghana. Le frontiere terrestri sono rimaste chiuse per parecchi giorni, creando gravissimi disagi e danni alle popolazioni.
Alla periferia d'Abidjan, c'è stato un tentativo di sabotaggio di una centrale termica:forse si voleva mettere Abidjan al buio!. Sulle strade, persistono e aumentano i posti di blocco con una presenza impressionante di militai, variamente vestiti, che controllano auto e persone, ma soprattutto che chiedono “spiccioli” per il loro caffè o il the! Ogni volta che mi fermano, mi presento subito: “Mission Catholique” e “mon père”, con it rosario in mano saluto e dico che prego per loro, faccio un sorrisino, che in genere viene ricambiato, e tiro avanti!

Il Paese è in pieno sviluppo:

complessi edilizi sorgono come funghi, il volto della periferia di Abidjan cambia di settimana in settimana. C'è un grande sforzo per migliorare la rete stradale. Cautamente, parecchi imprenditori stranieri, alcuni anche italiani, stanno arrivando ad Abidjan per offrire competenze e prodotti.
Un mese fa il presidente della Repubblica ivoriana ha sciolto il governo; subito dopo è partito in Italia per incontrare il presidente Napolitano ed il Papa. Alcuni giornali ivoriani hanno scritto: «Ouattara (un musulmano,(ndr) va a cercare consigli dal Papa!".»
Appena tornato, il Capo di stato ha messo in piedi un nuovo governo, fatto di 29 ministri, invece di 35. Augurare loro buona fortuna ha aggiunto : «vi invito quindi al lavoro, all'umiltà e alla probità... facciamo in modo che le “voci di corruzione”che sentiamo qua e là siano decisamente sradicate dall'amministrazione del Paese»

Ancora un volta la "strada uccide"!

8 dicembre, festa di Maria Immacolata e la festa della SMA (156 anni di presenza in missione) il nunzio apostolico Ambrogio Madtha era andato ad Odienné (a 750 km da Abidjan) per ordinare due Sacerdoti.
Sulla via del ritorno, a 8 km da Man, un' auto guidata da un ubriaco che veniva in senso inverso ma nella corsia della auto del nunzio, ha speronato l'auto del nunzio, che è sbandata ed è uscita di strada precipitando in un dirupo, causando due morti: il nunzio e il suo autista.
Tutti i giornali, all'unanimità, hanno riconosciuto nel nunzio Ambrogio l'uomo che ha cercato in tutti i modi di riconciliare il Paese.

Con questo finale non lieto, ma cristianamente pieno di speranza, vi auguro di fare spazio a questo “Bimbo che ci è nato, a questo Figlio che ci è stato dato” e di dargli la mano... perché ci guidi.

Buon Natale e lieto anno nuovo

P. Eugenio Basso


SMA, via Borghero 4 - 16148 Genova - info(at)missioni-africane.it - Web Design & CMS RossiWebDesign/Siti Web Genova