Anche il Togo ha i suoi propri missionari!

Anche il Togo ha i suoi propri missionari!

I lettori “dei quaderni Afriche” conoscono già qualcosa del Togo, attraverso i numerosi scritti su alcune delle sue etnie. Mi limiterò a parlare un po’ della storia dell’evangelizzazione del Togo attraverso la presenza della SMA.

n97 bassoma contiVorrei ringraziare anzitutto i benefattori italiani della SMA, che attraverso i loro doni, aiutano la SMA ad assumere la formazione dei giovani che vogliono diventare sacerdoti missionari nelle diverse case di formazione SMA in Africa. La loro generosità aiutare pure i missionari a realizzare dei progetti nelle diverse missioni in Africa. Grazie mille a tutti!
Il Togo è un paese che si trova tra il Benin ad est, il Ghana ad ovest, il Burkina Faso a nord e a sud il Golfo di Guinea. La superficie è di 56.000 km2, la popolazione raggiunge quasi 6 milioni di abitanti, secondo le più recente statistiche.

L’evangelizzazione del Togo è cominciata con i padri missionari SMA venuti dal Dahomey (attuale Benin) dove erano arrivati nel 1861 a Ouidah con P. Francesco Borghero, missionario italiano di Ronco Scrivia (GE). Nel 1884 il Togo è diventato un protettorato tedesco. Dopo qualche anno, i tedeschi volevano soltanto missionari tedeschi nella loro colonia, allora invitarono i missionari del Verbo Divino,tedeschi, a sostituire la SMA.

Ma dopo la prima guerra mondiale, anche essi dovettero lasciare la missione, perché la Germania aveva perso la guerra e anche le sue colonie ovunque in Africa. I nuovi padroni (Inghilterra e Francia) nelle ex colonie tedesche non accettarono più i missionari tedeschi nelle missioni. Allora di nuovo ritornarono i missionari della SMA che avevano cominciato il lavoro dell’evangelizzazione. In quel tempo, la colonia del Togo, era stata divisa in due parti: una zona amministrata dagli inglesi a ovest che si chiamava il Togo britannico.

Attraverso un referendum questa zona scelse di aggiungersi al Ghana, il quale otteneva la sua indipendenza dall’Inghilterra nel 1957. La zona sotto l’amministrazione francese rimase come colonia, poi ebbe la sua indipendenza nel 1960 con il nome di Togo e con la sua forma attuale.

La chiesa cattolica crebbe velocemente e oggi ci sono 7 diocesi cattoliche in Togo. Il 48% della popolazione sono cristiani e il 28% sono cattolici. La SMA è sempre presente in Togo e lavora in diverse missioni ed sostiene progetti di sviluppo e di promozione umana specialmente per i poveri, gli agricoltori, le scuole, la sanità. Oggi abbiamo dei missionari SMA originari del Togo in missione all’estero, dei giovani in formazione per diventare missionari SMA.

Io sono uno dei preti SMA del Togo. Sono sacerdote dal 2001, e fino all’anno scorso lavoravo in una parrocchia SMA ma, St Joseph Gowon Estate nell’arcidiocesi di Lagos in Nigeria. Adesso sono in Italia al servizio della casa generalizia SMA a Roma.

p. Alexis Bassoma

SMA, via Borghero 4 - 16148 Genova - info(at)missioni-africane.it - Web Design & CMS RossiWebDesign/Siti Web Genova