P.Carlos Bazzara: "La sete di Dio"

bazzara niger mar-10Carissimi amici,

per me semplificare la vita è sempre una sfida. In questa provocazione cerco un “punto di fuga” che mi permetta di aprire gli occhi con visione di prospettiva. A Natale avevo scelto la parola “scendere”. Per questa Pasqua, la parola semplificatrice è: “La sete”.

È venuta perché coordinando lo scavo dei pozzi d’acqua in alcuni villaggi, mi sono trovato con uno di 18 metri di profondità nel quale la presenza di una roccia ha reso difficile il lavoro. La gente del villaggio con un semplice martello e uno scalpello sono riusciti ad entrare nella roccia per circa tre metri, ma un’altra pietra più dura ha bloccato tutto. Mi hanno chiamato e siamo arrivati assieme a un ragazzo con un martello elettrico “potente”.

Siamo scesi in fondo al pozzo, e alcuni minuti dopo la “speranza” è morta subito, perché era impossibile penetrarla. Quando aspettavo la corda per salire di nuovo, “contemplavo” i tre metri tra la roccia fatta dalla gente e ho pensato: “Quanta sete … e quanta forza in questa sete!”.

“La forza della sete” si è fissata nel mio cuore come un punto di fuga che mi apriva uno sguardo nuovo: la Pasqua è la forza della sete liberatrice di Dio. Agostino diceva parlando della preghiera, che la sete di Dio è che noi abbiamo sete di Lui. Se la sete di alcune persone ha scavato tre metri di roccia, in quanta profondità può penetrare la sete di Dio nel cuore dell’uomo con la forza della Pasqua. La Pasqua non è altro che la sete di Dio innamorato dell’uomo.

La Pasqua è l’esplosione di questa sete di Dio.

Per noi vivere la Pasqua è nostra sete di Lui che ci spinge a farlo presente e penetrante nella nostra missione. Non spegnere mai questa sete!

In questa Pasqua vorrei unire la mia “sete”a quella di tutte le persone che ci aiutano per trovare l’acqua in Niger e per vivere la missione come veri assetati di Dio e dei nostri fratelli. Ringrazio anche di un modo particolare tutte le famiglie di Feriole che hanno aderito al progetto di aiutare un villaggio del Niger (della nostra parrocchia di Bomoanga) chiamato Tambolé.

La vostra sete di aiutare fa aumentare la nostra sete missionaria. Che la forza di questa Pasqua accresca la vostra sete di Lui!

Un abbraccio forte a tutti voi!

P. Carlos Bazzara
27 Marzo 2010, Niger

SMA, via Borghero 4 - 16148 Genova - info(at)missioni-africane.it - Web Design & CMS RossiWebDesign/Siti Web Genova