Premio di buon governo 2010: nessuno ne è degno

Premio di buon governo 2010: nessuno ne è degno

giugno 2010
Per il secondo anno consecutivo la Fondazione Ibrahim Mo non attribuirà il premio al miglior uomo di stato africano. Lo ha dichiarato il magnate sudanese, a cui è intitolata la fondazione, in una conferenza stampa convocata il 13 giugno.

Né l’anno scorso, né quest’anno l’apposita giuria ha trovato dei candidati degni. I governanti devono avere come minima condizione il loro accesso al potere mediante elezione democratica, e la decisione volontaria di lasciare il potere al termine del loro mandato.

Creato nel 2007, il premio è stato finora vinto dal presidente mozambicano Joachim Chissano, e da Festus Mogae, presidente del Botswana. Del primo si è voluto mettere in risalto la capacità di mediazione in diversi conflitti africani. Il secondo invece si è distinto per il suo impegno a rendere il suo paese il meno corrotto tra tutti i paesi africani, e uno dei più prosperi.

Erano stati proposti tre nomi, ma nessuno di loro ha passato l’esame della giuria: Thabo Mbeki (Sudafrica) , Olusegun Obasandjo (Nigeria) e John Kufuo (Ghana).

Il vincitore vince una somma consistente: 5 milioni di dollari distribuiti su 10 anni, e dopo di ciò, un vitalizio 200 mila dollari. Mo Ibrahim spiega così: “Molti uomini di stato africani provengono da un ambiente povero, e sono tentati di rimanere aggrappati la potere per paura di ritornare a condizioni di povertà, dopo aver rimesso le leve del comando al suo successore.”

Ma l’invito di Mo Ibrahim è di usare le ingenti somme del premio a beneficio di progetti sociali e culturali del proprio paese.

La Fondazione Mo Ibrahim cura anche uno speciale Indice di buon governo in Africa. È calcolato in base agli indicatori di quattro categorie socio-economiche: sicurezza dei cittadini di fronte alla legge, diritti umani, opportunità economiche sostenibili, sviluppo umano. Si basa su statistiche e indici elaborati da vari organismi internazionali. Iniziato nel 2000, purtroppo da 2007 non è più aggiornato.

L’ultima classifica pubblicata vedeva questi paesi con più alto indice di buon governo (in ordine): Mauritius, Capo Verde, Seychelles, Botswana, Sudafrica, Namibia, Ghana, Tunisia, Lesotho, São Tomé.

Il sito della Fondazione, in quattro lingue parlate in Africa: inglese, francese, arabo, portoghese
http://www.moibrahimfoundation.org/en

La pagina del sito dedicata all’Ibrahim Index of African Governance


14-06-2010


SMA, via Borghero 4 - 16148 Genova - info(at)missioni-africane.it - Web Design & CMS RossiWebDesign/Siti Web Genova